Stemma di Piura: storia e significato

Lo scudo di Piura fu concesso alla città dall'imperatore Carlos V il 7 dicembre 1537. Il conferimento fu effettuato per mezzo della Real Cédula, firmata grazie alla richiesta di Hernando de Zevallos che rappresenta gli abitanti di San Miguel de Piura

Lo scudo di questo dipartimento peruviano ha una forma rettangolare con angoli inferiori arrotondati.

L'interno ospita molti dettagli. Può essere suddiviso in due sezioni (campo interno ed esterno) per facilitarne la descrizione.

Nel campo interno c'è un sole che sorge con diversi raggi di fuoco. Di seguito sono riportate alcune nuvole bianche con tinte arancioni che coprono tutta l'altezza e la larghezza di questa parte dello scudo.

C'è un pugno che spunta dalle nuvole con ali d'angelo su ciascun lato. Questo pugno tiene un equilibrio dorato e incornicia la facciata di un castello con tre torri, due finestre e una porta.

All'interno di questa cornice compaiono le iniziali S e M, rispettivamente sul lato sinistro e destro.

L'intero sfondo di questo campo, ad eccezione delle ali e del boss dello scudo, è di colore blu reale.

Nel campo esterno o al bordo prevale il colore rosso con un sottile contorno dorato. Sia sul lato destro che sul lato sinistro ci sono due bandiere con il disegno di una croce su uno sfondo bianco.

Il tessuto di queste bandiere è rappresentato con un certo movimento su lance di ferro dorate a forma di croce.

Infine, nella parte superiore c'è una corona d'oro che sporge dallo scudo, è decorata con pietre preziose rosse.

storia

Il certificato reale in cui si trova la concezione dello scudo di Piura è stato perso poco dopo essere stato rilasciato. Attualmente viene conservata solo l'emissione della sua descrizione.

Il primo schizzo dello scudo fu creato nel 1783, sotto la prodezza artistica dell'arcivescovo di Trujillo, Baltazar Jaime Martínez.

Tuttavia, molti storici ritengono che questo schizzo e lo scudo attuale non abbiano alcuna somiglianza.

Nell'anno 1933 fu emessa un'ordinanza comunale che obbligava l'uso dello stemma di San Miguel. Per questo hanno assunto Enrique del Carmen Ramos, che era incaricato di ricreare il disegno dello scudo descritto dalla Real Cédula.

Il design di Enrique del Carmen Ramos è quello utilizzato oggi dal comune di Piura.

senso

La parte superiore dove appare il sole e i raggi di fuoco rappresentano la Divina Provvidenza, divinità che dall'alto ha il compito di proteggere e proteggere la città, rappresentata dal castello.

Le nuvole, il pugno, le ali, la scala e le lettere (S e M) simboleggiano l'arcangelo San Michele.

Durante il Medioevo si credeva che questo arcangelo fosse il signore e il guardiano delle porte del paradiso celeste, e per questa ragione aveva il dovere di soppesare le anime dei defunti una volta raggiunto il cielo.

Lo fece per vedere se il peso delle sue buone azioni predominasse sulle cattive azioni. Alla fine, l'arcangelo stabilì se la persona in questione fosse degna di entrare nel regno dei cieli.

Tutti gli ornamenti sui lati (le lance d'oro e le bandiere a croce) simboleggiano la fede cristiana.

La corona è legata all'onore dato alla città attraverso la sua fondazione, realizzata nel 1532 da Francisco Pizarro.