Bosque Chaqueño: caratteristiche, clima, rilievo, posizione, flora e fauna

La foresta Chaco è il nome usato per riferirsi alla vasta regione forestale che costituisce una vasta area di terra nella Gran Chaco. Questa è una vasta pianura situata nel centro del Sud America, precisamente a nord del Cono Sud, che si estende attraverso il territorio argentino e raggiunge anche la Bolivia e il Paraguay.

Questa regione è praticamente disabitata ed è composta da savane e, soprattutto, foreste. Ha un clima arido ed è considerato una regione subtropicale. Il suo territorio non ha strade asfaltate o binari ferroviari in quasi tutte le aree della sua estensione totale.

lineamenti

La foresta Chaco occupa oltre il 70% della Gran Chaco. Questo si estende per circa 650.000 chilometri quadrati. È considerata una pianura alluvionale (ciò significa che può essere facilmente allagata se il mare cresce).

È una pianura sedimentaria divisa in territorio argentino, boliviano e paraguaiano, con una parte della foresta che invade il territorio brasiliano.

È una regione con caratteristiche storiche che risalgono ai tempi della Conquista. Prima dell'invasione spagnola e del successivo controllo del Cono Sud, i popoli argentini originari che abitavano in questa regione si nascosero nelle loro foreste per resistere al controllo della Spagna. Originariamente, gli spagnoli diedero il nome di Chiquitos a questa regione.

La foresta è stata vittima della deforestazione. Ecco perché gli ambientalisti hanno fatto una campagna contro di essa, protestando in elicotteri contro le compagnie incaricate di tagliare gli alberi.

tempo

Il Gran Chaco ha diversi tipi di clima durante la sua estensione, ma la maggior parte di questa area è considerata subtropicale.

La zona ha temperature piuttosto elevate per il Sud America, raggiungendo una media di 27 ° C come temperatura massima, ma in particolari circostanze può raggiungere i 47 ° C.

Durante l'inverno la foresta di Chaco può raggiungere temperature medie di 14 ° C, ma può anche raggiungere temperature di congelamento nei mesi invernali più freddi.

Durante la calda estate il Gran Chaco è colpito da abbondanti quantità di pioggia. Se dovesse cadere in un periodo meno caldo, la regione sarebbe ideale per l'agricoltura. Il caldo estivo fa evaporare l'acqua molto rapidamente, tranne che nelle zone paludose e nella parte della foresta che si trova in Paraguay.

La stagione dell'anno con i venti più forti è in primavera, mentre il clima cambia da caldo ad arido. Durante questo periodo dell'anno vengono generate forti tempeste di polvere nella regione a causa di forti venti secchi.

sollievo

La foresta Chaco e l'intera regione del Gran Chaco si trovano in un bacino geosinclinale. Questa è una regione di terreno esteso che forma un bacino basato sulla parte del sottosuolo, a livello continentale.

Era formato dai movimenti geologici della catena montuosa andina e dagli alti terreni del Brasile meridionale. Grazie alla sua composizione alluvionale, il Gran Chaco quasi completamente manca di roccia visibile nel terreno.

È costituito principalmente da sedimenti di sabbia non consolidati, che raggiungono fino a 3 chilometri di profondità in alcune parti della regione.

Gli unici luoghi nella foresta in cui si trovano grandi sezioni di pietra in superficie sono in Paraguay, attorno al fiume con lo stesso nome e sugli altipiani della Bolivia meridionale.

posizione

A ovest del Gran Chaco si trovano le catene montuose andine e ad est i fiumi Paraguay e Paraná. I suoi confini a nord e sud non sono chiari come i suoi omologhi; si dice che la sua portata a nord raggiunga le zone umide di Izozog in Bolivia, e a sud confina con il fiume Salado dell'Argentina.

Secondo questi parametri, il Gran Chaco si estende per 730 chilometri da est a ovest e 1100 chilometri da nord a sud. Si trova principalmente in Argentina, dove ha più della metà della sua estensione. Il territorio paraguaiano che occupa occupa circa un terzo delle sue foreste e il resto appartiene alla Bolivia.

I limiti variano e non sono precisi a causa delle irregolarità del terreno e delle aree di confine dei tre paesi.

flora

La vegetazione di quest'area è strettamente legata alla composizione minerale del terreno. La parte orientale della foresta assomiglia a un parco di alberi in gruppi intervallati da savane erbacee. A ovest della foresta si possono trovare vegetazione secca e piccoli cespugli spinosi.

La vegetazione di questa zona è molto complessa, perché è adatta a sopravvivere in condizioni aride; Questa è una caratteristica peculiare di una foresta così estesa.

Quebrachales

La foresta Chaco ha un tipo di vegetazione chiamata Quebrachales, che sono foreste di latifoglie con specie di alberi di quebracho.

I tronchi di questi alberi offrono ai boscaioli grandi quantità di legno di qualità, oltre al tannino.

natura

Le foreste di Chaco hanno un'enorme varietà di fauna selvatica. Le dimensioni degli animali variano, ma tra le loro specie più grandi si possono trovare giaguari, puma, tapiri, armadilli giganti, volpi, gatti di montagna, formichieri, coguari, lupi e cervi.

La foresta ospita un'importante popolazione di uccelli e le correnti dei fiumi hanno più di 400 specie di pesci; piranha e salmone dorato. Allo stesso modo, la foresta ha una varietà di insetti e piccoli animali.

Rhea Home

Questa foresta è una delle poche aree naturali del pianeta in cui il ñandú vive ancora liberamente, un uccello simile allo struzzo ma originario del continente latinoamericano.

La foresta Chaco è considerata un rifugio naturale per questa specie, conosciuta anche come lo struzzo americano.