Bandiera del Salvador: Storia e significato

La bandiera di El Salvador è il simbolo nazionale più importante con cui viene identificato questo paese centroamericano. È composto da tre strisce orizzontali di uguali dimensioni. Quelle alle estremità sono blu, mentre il centro è bianco. Nel mezzo di questa striscia è lo scudo del paese, che è di forma circolare.

Questo padiglione condivide i colori con gran parte delle bandiere centroamericane, come quelle del Nicaragua, dell'Honduras, del Guatemala e, in misura minore, del Costa Rica e del Panama. Ciò è dovuto alla presenza del colore blu e della composizione a strisce orizzontali.

L'origine della bandiera si trova nel padiglione delle Province Unite dell'America Centrale, che ha unito i diversi paesi centroamericani nel 19 ° secolo.

Il significato dei colori della bandiera è in armonia con quello dei paesi vicini. Sebbene El Salvador abbia solo una costa nell'Oceano Pacifico, entrambe le strisce blu rappresentano i due oceani che bagnano l'America Centrale.

La striscia bianca centrale è il simbolo che rappresenta la pace nel paese. L'attuale design della bandiera è valido dal 27 maggio 1912.

Storia della bandiera

La storia delle bandiere di El Salvador condivide una radice comune con molti dei paesi limitrofi. In primo luogo, El Salvador apparteneva al Capitanato Generale del Guatemala, che era una colonia spagnola.

Questo era lo stesso destino di gran parte dell'America. Successivamente, le loro bandiere erano quelle della federazione centroamericana indipendente.

Con l'indipendenza di El Salvador e diventare uno stato sovrano, lo sviluppo della sua bandiera stava cambiando. In primo luogo, una bandiera ispirata a quella degli Stati Uniti divenne ricorrente. Non è stato fino al ventesimo secolo che è emerso il disegno dell'attuale bandiera salvadoregna.

Colonizzazione spagnola

La storia di El Salvador era legata, dall'era coloniale, con gli altri popoli e le nazioni dell'America centrale. I territori dell'attuale Repubblica di El Salvador appartenevano al Capitanato Generale del Guatemala, che fu istituito nel 1542. Parte del territorio salvadoregno era costituita nel Sindaco di Sonsonate.

In questa colonia spagnola fu usata la bandiera della Croce di Borgogna, come in tutto il continente americano. Questa bandiera consisteva semplicemente in un incrocio di questo tipo su uno sfondo bianco.

Le riforme borboniche portarono diverse modifiche allo status politico delle colonie americane. Nel 1785 fu creato l'Intendenza di San Salvador, che occupava gran parte dell'attuale territorio del Salvador.

Queste riforme hanno anche portato conseguenze nei simboli. La bandiera della Spagna divenne rossa e gialla. La divisione era attraverso tre strisce orizzontali.

Quelle alle estremità erano rosse e ognuna occupava il 25% della bandiera. La striscia centrale era gialla, riempiva lo spazio di mezza bandiera e aveva a sinistra una versione semplificata dello stemma della Spagna.

Questa bandiera rimase in vigore fino alla fine del dominio della corona spagnola sul territorio. Il fatto è accaduto con la creazione dell'impero messicano, nel 1821.

Impero messicano

Come tutte le ex colonie appartenenti al Capitanato generale del Guatemala, l'attuale territorio di El Salvador apparteneva all'impero messicano.

Dopo l'invasione francese della Spagna, in America Latina i movimenti indipendentisti hanno cominciato a prendere forma nelle diverse regioni. In Messico, dopo anni di diverse fazioni in lotta, l'Impero messicano si formò nel 1821, dopo la firma dei trattati di Córdoba.

Il territorio di questo impero copriva tutto il Centro America, con l'eccezione del Panama colombiano, durante la sua breve esistenza. Il regime, guidato dall'imperatore Agostino I, fu sciolto con il Piano di Casa Mata nel 1823. Da quel momento in poi, tutti i territori dell'America centrale furono raggruppati in una federazione.

La bandiera usata dall'Impero messicano aveva tre strisce verticali di uguali dimensioni. I loro colori erano verdi, bianchi e rossi. Nella parte centrale della striscia bianca c'era lo stemma, con la tradizionale aquila messicana e i simboli imperiali.

Province Unite del Centro America

Dopo la separazione dell'Impero messicano, i diversi territori dell'America Centrale furono raggruppati nelle Province Unite dell'America Centrale. Questo paese ha stabilito i suoi simboli in un decreto promulgato dopo la sua Assemblea costituente.

La bandiera, ispirata a quella dell'Argentina, era composta da tre strisce bianche orizzontali di uguali dimensioni. Il blu azzurro occupava i margini delle estremità, mentre il bianco rimaneva nella parte centrale. Lo stemma del paese era situato nella parte centrale della bandiera.

Repubblica federale del Centro America

La federalizzazione delle province centroamericane fu consolidata nel 1824. L'Assemblea Costituente approvò la Costituzione della Repubblica Federale dell'America Centrale, che diede origine al nuovo nome del paese. Ora le province erano autonome e questo ha portato nel tempo a desideri separatisti.

Il potere politico della Repubblica federale d'America centrale era concentrato in Guatemala, dove la sua capitale fu stabilita tra il 1824 e il 1834. Tuttavia, anche il Salvador svolse un ruolo molto importante, poiché nel 1834 la capitale fu trasferita a Sonsonate. Nello stesso anno, la capitale si trasferì a San Salvador, dove rimase fino al 1840, con lo scioglimento della federazione.

La bandiera di questo paese ha praticamente mantenuto il design del precedente. Le strisce celesti e bianche sono rimaste invariate, ma lo scudo è cambiato. La forma divenne ovale e i suoi colori divennero più gialli.

El Salvador indipendente

El Salvador, come tutti gli altri paesi centroamericani, si separò dalla Repubblica Federale del Centro America nell'anno 1841. Il governo del presidente Francisco Morazán rese insostenibile la situazione della federazione, che finì per essere smembrata.

Da allora, il paese ha adottato un padiglione indipendente, differenziato dagli altri nuovi Stati sovrani vicini.

Il paese entrò rapidamente in una dinamica di conflitto interno. Le fazioni liberali e conservatrici si sono scontrate per i decenni successivi. Nell'anno 1941 fu adottata una nuova bandiera, di colori blu, bianchi e blu. Questo distintivo non aveva scudo e in confronto, il blu era più scuro.

Tra il 1951 e il 1953 diversi paesi centroamericani furono associati attraverso la Rappresentanza nazionale dell'America centrale.

Si trattava di un'istanza sovranazionale che si occupava principalmente delle relazioni internazionali del Nicaragua, del Salvador e dell'Honduras. Per rappresentare El Salvador a livello internazionale e anche nazionale, la bandiera della Repubblica Federale dell'America Centrale è stata riadattata.

Bandiera del 1865

Nel 1965, El Salvador visse uno dei suoi primi cambiamenti di bandiera di forma trascendente. Il presidente conservatore Francisco Dueñas decretò un profondo cambiamento nel padiglione nazionale, che ebbe l'ispirazione nella bandiera americana.

Nel cantone è stata collocata una piazza rossa con nove stelle bianche, che rappresentano ciascuna provincia del paese. Il resto della bandiera era composto da cinque strisce orizzontali di blu e quattro di bianco, intervallate l'una dall'altra.

Nuove stelle

Le stelle della bandiera stavano aumentando progressivamente, a seconda dell'aumento dei dipartimenti nel paese. Nel giugno dello stesso anno, la bandiera di nove stelle divenne undici, dopo la creazione dei dipartimenti di Usulután e San Miguel.

Nel febbraio del 1869 fu creato il dipartimento di Ahuachapán, che portò all'aggiunta di una dodicesima stella sulla bandiera. Da quel momento, la bandiera continuò ad avere tre linee di quattro stelle ciascuna.

Il dipartimento di Cabañas era la nuova entità politica creata nell'anno 1873. In questa occasione, la tredicesima stella fu aggiunta alla bandiera, sulla linea del centro.

C'era solo una nuova stella che è stata aggiunta al padiglione nazionale. Era quello che rappresentava il dipartimento di Morazán, fondato nel 1875. La configurazione delle stelle avveniva in linee di cinque, quattro e cinque stelle.

Repubblica centroamericana

Il movimento di reinserimento centroamericano visse, alla fine del XIX secolo, la realizzazione di un sogno. Questa fu la creazione della Grande Repubblica dell'America Centrale, che fu promossa dal presidente del Nicaragua José Santos Zelaya López.

Il Nicaragua, l'Honduras e il Salvador si unirono in un nuovo paese chiamato Grande Repubblica dell'America Centrale. Questo prese forma dopo la firma del patto di Amapala nel 1895.

Guatemala e Costa Rica hanno deciso di non far parte del nuovo paese. L'obiettivo di Zelaya era che, dopo l'incorporazione dei due paesi rimanenti, il nome cambierà nella Repubblica del Centro America. Tuttavia, l'esperimento fallì dopo un colpo di stato nel 1898, che portò a una nuova disintegrazione territoriale.

La bandiera era composta da tre strisce orizzontali. Quelle alle estremità erano blu scuro, mentre il centro era bianco. Lo scudo, di forma triangolare, era circondato dall'iscrizione REPUBBLICA MAGGIORE DELL'AMERICA CENTRALE. Nella parte inferiore, sono state posizionate cinque stelle gialle che rappresentano ciascun paese.

Nuovi simboli

Dopo il ritorno all'indipendenza nel 1898, El Salvador ha riadottato la bandiera precedente, con stelle e barre. Questo disegno fu mantenuto fino al 1912, quando fu approvato l'uso dell'attuale bandiera nazionale. L'approvazione è stata fatta dal presidente Manuel Antonio Araujo, il 17 maggio.

Insieme alla bandiera, sono stati stabiliti i parametri dello scudo nazionale. Questo simbolo era situato nella parte centrale della bandiera, che era ispirata sia dalla bandiera della ex federazione centroamericana sia dalla recente repubblica maggiore effimera.

Il nuovo simbolo fu issato dal Presidente Araujo a Campo de Marte il 15 settembre 1912. Da allora è stato in vigore e non ci sono stati cambiamenti.

Significato della bandiera

I colori della bandiera salvadoregna sono condivisi dai suoi vicini centroamericani. La ragione di questo è nella sua origine comune, e quindi, questo è tradotto nel significato.

Le strisce blu hanno un rapporto diretto con il mare. Nel contesto centroamericano, le frange rappresentano l'Oceano Pacifico e l'Oceano Atlantico, che sono entrambe le coste del subcontinente.

Anche se El Salvador ha solo una costa nel Pacifico, il significato è durato nel tempo. È comune trovare interpretazioni che riguardano il colore blu delle strisce con il cielo del paese.

Il colore bianco, come è molto frequente nelle bandiere e nei simboli nazionali in generale, rappresenta la pace. Può anche essere identificato con la concordia tra il popolo salvadoregno.

Altre bandiere

El Salvador ha tre bandiere ufficiali. La bandiera comunemente alzata e quella usata dal paese in istituzioni ufficiali di tipo nazionale e internazionale è anche conosciuta come la bandiera Magna.

L'altro padiglione ufficiale del paese è conosciuto come la bandiera nazionale. Questo è un tricolore degli stessi colori della bandiera, ma nella striscia bianca è posta l'iscrizione DIO UNIONE LIBERTÀ in colore oro.

La terza bandiera ufficiale è quella di natura civile. In questa versione, solo le strisce con i loro colori sono incluse senza alcun simbolo aggiuntivo.